ALLA BIBLIOTECA COMUNALE DEGLI INTRONATI UNA MOSTRA “GARIBALDINA”

Garibaldi, eroe di fatto è il titolo sia di un libro sia di un’esposizione realizzati dall’Amministrazione provinciale di Siena nell’ambito della XXI edizione di «Leggere è volare. Festa del libro per ragazzi e giovani», su proposta degli Editori del Grifo e grazie al contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena

La mostra, allestita presso la Biblioteca comunale degli Intronati, vedrà esposte alcune tavole originali di una vita di Garibaldi a fumetti realizzate da Lele Vianello, disegnatore e umorista veneziano amico e collaboratore di Hugo Pratt. Alle tavole a fumetti saranno affiancati immagini e documenti tratti dalle raccolte della Biblioteca comunale. Il libro sarà presentato in anteprima nazionale il 28 ottobre a «Lucca comics and games. Festival internazionale del fumetto, del cinema d’animazione, dell’illustrazione e del gioco».

«Per istituzioni come la Biblioteca comunale degli Intronati, che si occupano di conservare e rendere fruibile la memoria collettiva – sottolinea Bernardina Sani, Presidente del Consiglio di amministrazione della Biblioteca – ricorrenze come questa dei 150 anni dell’Unità nazionale sono occasioni preziose: se ben sfruttate consentono di maturare una nuova consapevolezza, che è insieme del proprio patrimonio storico che arriva dal passato e della produzione bibliografica attuale. Ci è sembrato quindi opportuno proporre una mostra che corre su due binari, affiancando alla regia serrata e partecipe della narrazione di Lele Vianello, i documenti della Biblioteca. L’intenzione è quella di fornire le tavole del fumetto di un contrappunto fatto di autografi, memorie manoscritte, immagini, servizi giornalistici e biografie degli anni che vedono l’affermazione di Garibaldi, come uomo d’armi e punto di riferimento ideale. L’occasione di ospitare le tavole di Lele Vianello ha offerto uno stimolo e un primo criterio selettivo: privilegiare documenti dove fosse più tangibile l’ancoraggio della biografia con la storia, che permettessero di ripercorrere, accanto al fumetto, la vita di Garibaldi in rapporto alla più ampia vicenda risorgimentale; offrire inoltre una scelta iconografica e documentaria utile a illustrare l’immagine di Garibaldi presso i contemporanei. Infine, sono stati considerati quelli che potremmo definire gli estremi della sterminata bibliografia garibaldina, cioè le biografie uscite nel corso della vita di Giuseppe Garibaldi e gli studi più recenti, pubblicati negli ultimi cinque anni; del resto, il lavoro di Vianello, uno degli approdi più efficaci di questi ultimi, è anche uno degli eredi migliori dello spirito che animava le prime».
Le parole del Presidente Simone Bezzini e dell’Assessore Marco Saletti che precedono le immagini e il testo nel libro di Vianello ben evidenziano il contesto in cui si inserisce l’iniziativa dell’Amministrazione provinciale: «Se conoscere la storia dai libri di testo scolastici è un esercizio forzato quindi scarsamente gradito, la fantasia dei divulgatori di storia patria, in questo caso portatori sani di valori civici, per riuscire a cogliere il segno deve battere nuove strade. Quella del fumetto, o letteratura per immagini secondo alcuni critici, è sicuramente suggestiva e vicina alla sensibilità giovanile. Ecco perché la Provincia di Siena ha deciso di editare questa nuovissima biografia in punta di china [...]». E tratteggiando il quadro narrativo: «Il generale ormai pensionato a Caprera narra la sua vita a un giornalista inglese e non nasconde una punta di amarezza: “Mi chiedo spesso se questa era l’Italia che volevo… Ormai sono stato messo in disparte”. Le tavole raccontano a ritmo incalzante i capitoli di una vita inimitabile [...]».

Dell’autore – Lele Vianello – e della sua opera, parla Vincenzo Mollica nella sua nota introduttiva: «Vianello partecipa alla narrazione come se fosse uno dei Mille, un appassionato testimone che documenta minuziosamente un passato spesso trascurato o peggio ancora travisato. Quello che colpisce in questo racconto sono l’umanità, la malinconia e la passione del vecchio Garibaldi che rilegge la sua storia, tra vittorie ed errori, ma sempre da combattente pronto a nuove sfide. Se tutto non fosse realmente accaduto, sarebbe una delle storie più affascinanti mai inventate. Questa è sicuramente l’opera migliore di Lele Vianello, in cui ci restituisce una faccenda risorgimentale, non sempre limpida, e un personaggio che seppe accendere il cuore, questo davvero limpido, di tanti giovani che per costruire l’Italia unita sacrificarono la loro vita».
Due delle centoquattro tavole di Vianello documentano anche il passaggio di Garibaldi a Siena e nel Senese nell’agosto-settembre del 1867: queste, insieme al disegno di Piazza del Campo realizzato appositamente per l’occasione, saranno donate dall’autore alla Biblioteca degli Intronati e conservate nel Gabinetto disegni e stampe appena inaugurato.

Dai fumetti di Vianello e dalla documentazione della Biblioteca comunale emerge un Garibaldi pubblico ma anche un Garibaldi privato, la sua generosità e l’idealismo, l’una e l’altro a tutt’oggi insuperati, soprattutto a confronto con il cinismo della ragion di stato.
L’auspicio di Luciano Borghi, responsabile della Biblioteca comunale e di Antonio De Martinis, dirigente del Settore cultura e sport dell’Amministrazione provinciale, ideatori dell’iniziativa, è che possa costituire un piccolo ma originale contributo alla storia e alla figura di Giuseppe Garibaldi, «Padre della patria, Figlio del popolo e Spirito della libertà», come recitava una Dottrina garibaldina pubblicata nel 1862; «con ogni probabilità, l’eroe nazionale che, fra gli uomini politici, gli intellettuali e gli artisti dell’Ottocento ha inciso maggiormente sull’immaginario, pubblico e privato, degli italiani. Poeti, cantastorie, scrittori, memorialisti e storici ne hanno magnificato le lodi in uno sterminato profluvio di versi, stornelli, romanzi e biografie», come scrive Andrea Possieri nella prefazione al suo recente libro Garibaldi.

«Garibaldi, eroe di fatto» è solo l’ultimo risultato di una proficua permanente collaborazione tra Provincia di Siena e Biblioteca comunale, Istituzione del Comune di Siena, realizzata su temi e iniziative diverse e soprattutto nella gestione, da oltre un decennio, della Rete documentaria e bibliotecaria senese.

GARIBALDI EROE DI FATTO
un fumetto di Lele Vianello
Immagine e storia di Garibaldi nelle raccolte della Biblioteca comunale degli Intronati
Siena, Biblioteca comune degli Intronati
Sala storica, via della Sapienza 5

Inaugurazione 4 novembre 2011, ore 17.30 (invito)
Sarà presente l’autore

5 novembre 2011-7 gennaio 2012
lunedì-sabato ore 10.00-18.00
ingresso gratuito

Ideazione, coordinamento e organizzazione 
Luciano Borghi
Antonio De Martinis

Esposizione delle tavole originali di Lele Vianello
a cura di
Lorenzo Paganelli

Immagine e storia di Garibaldi nelle raccolte della Biblioteca comunale degli Intronati
a cura di
Rosanna De Benedictis
Rossella De Pierro
Mirko Francioni
Roberto Nencini